Progetto il Faro di Praglasso

Vuoi sostenerci ? Ecco l’iban di banca etica:
IT95A0501801600000016752503
Intestato a:
Associazione cielo terra e musica

Casa Praglasso, Pietra Gavina sopra Varzi Pv seconda sede della nostra associazione da Febbraio 2020 .

Stiamo lavorando per ristrutturare e dar vita ad un nuovo centro culturale In questo bellissimo luogo immerso nella natura sopra Varzi a circa 900 Mt all’interno del parco del Monte Alpe, dove proporremo progetti culturali che mirano a recuperare questo antico borgo, e trasformarlo in un centro culturale, piccolo ostello per artisti e famiglie incentrato sul benessere fisico e mentale, utilizzando la musica, lo sport, la meditazione come strumenti di crescita spirituale e mentale .

Obbiettivi

Il nostro progetto e suddiviso in quattro fasi:

Prima fase: Ristrutturare e creare spazi per le attività progettate.

Siamo al lavoro dal 2019 per progettare gli spazi e realizzare i preventivi necessari ad attrezzare gli spazi a nostra disposizione.

Obbiettivo creare una struttura completamente realizzata in bioedilizia, ed a basso consumo energetico, sfruttando tutte le grandi risorse del luogo ben esposto a sud con bosco adiacente e sorgente d’acqua e muri in pietra.

All’interno del progetto vi saranno la realizzazione di uno studio di registrazione e produzione multimediale, una cucina attrezzata anche per la panificazione, un bagno attrezzato per disabili, e ben tre spazi polifunzionali dove svolgere le attività al chiuso durante le mezze stagioni ed in caso di maltempo. Per quanto riguarda l’ospitalità creeremo piazzole per qualche campeggiatore ed una foresteria con letti a castello in stile rifugio alpino.

Area esterna
Area boschiva di proprietà

Seconda fase: Una volta ultimati i lavori di messa in opera della struttura, sarà nostro compito progettare le attività per dare identità culturale al progetto, e costruire una comunicazione mirata e professionale in modo da avviare il processo di auto sostentamento economico attraverso i partecipanti alle nostre iniziative.

Terza fase: creare sinergie con le realtà locali, questo punto sarà molto importante per noi, la nostra associazione ho finalità aggregative culturali e quindi finalizzata a cooperare, questo sarà importante in futuro per non contrastare le varie proposte già presenti nel territorio adiacente, creando strumenti di cooperazione tecnologici e innovativi per attirare turisti e distribuirli sul territorio in maniera coesa e partecipata.

Quarta fase: Partire dall’esterno ed organizzare eventi di presentazione ed interscambio all’interno della provincia e nell’ambito del terzo settore. Questo punto sarà fondamentale per noi, da sempre la relazione con più soggetti diversi è un terreno fertile per chi crea nuove opportunità.